NON SOLO ITALIANO L2. VALORIZZARE LA DIVERSITÀ LINGUISTICA IN CLASSE.

Seminario multiambito di Yalla!

Non solo italiano L2.

Valorizzare la diversità linguistica in classe.

 

Nella scuola italiana di oggi si incontrano studenti di madrelingua italiana e studenti di lingue materne diverse, studenti monolingui o bilingui con differenti retroterra culturali, studenti per i quali l’italiano sta piano piano diventando la lingua della comunicazione quotidiana.

Come affrontare queste diversità? Quali opportunità educative e di apprendimento ci offrono questi contesti?

Il seminario “Non solo italiano L2. Valorizzare la diversità linguistica in classe” si propone di approfondire il quadro teorico delle più recenti ricerche sul plurilinguismo e fornire esempi di buone pratiche per accogliere, far emergere e valorizzare a fini didattici e educativi le molteplici lingue delle nostre classi.

 

Destinatari

Docenti, operatrici e operatori della scuola dell’infanzia, primaria e secondaria di primo grado.

Modalità di fruizione

Online su piattaforma Google Meet

Dopo l’iscrizione riceverai via mail i dettagli per partecipare

Link iscrizione

https://forms.gle/9iiRKTnSebfKc6Ea7

Termine iscrizioni
Giovedì 7 ottobre ore 15:00

Il seminario è gratuito.

Informazioni
cfriolo@traparentesionlus.it – 3493731172

PROGRAMMA

Venerdì 8 ottobre – 15:00 – 18:30

Sessione I

– Il plurilinguismo in classe come risorsa per l’educazione linguistica (Silvia Sordella – Università degli Studi di Torino)

– Chi ha paura della pluralità linguistica? Il quadro di riferimento per gli approcci plurali alle lingue e alle culture in classe (Anna Maria Curci – Lend Roma, docente di tedesco lingua e cultura, CTS Piano Nazionale di Formazione “Educazione linguistica e letteraria in un’ottica plurilingue”)

– Didattica plurilingue e translanguaging: aspetti teorici e modalità operative (Valentina Carbonara – Università per Stranieri di Siena)

 

Sabato 9 ottobre

Sessione II

Plenaria: 9:00 – 10:30

– L‘educazione linguistica nel sistema d‘istruzione della Provincia di Bolzano. L’esperienza dei Centri Linguistici.  (Emanuela Atz, Fabio Casati – EA e FC di Bolzano)

Laboratori (uno a scelta): 10:30 – 13:30

– Attività plurilingue per la scuola dell’infanzia (Fabio Ruggiero – Giulia Tammaro)

– Attività plurilingue per la scuola primaria (Valentina Carbonara)

– Attività plurilingue per la scuola secondaria di primo grado (Anna Maria Curci)

 

Sabato 9 ottobre – 14:30 – 17:30    

Sessione III

– Condivisione del lavoro svolto nei laboratori

– Proposte di libri e materiali per l’educazione linguistica plurilingue e l’italiano L2

 

NOTE BIOGRAFICHE

Silvia Sordella

Lavora presso l’Università di Torino come  assegnista di ricerca nell’ambito del progetto europeo “NEW ABC – Networking the Educational World: Across Boundaries for Community-building” e come docente per il corso di Didattica dell’italiano per stranieri. Con Cecilia Andorno ha pubblicato vari articoli e contributi scientifici relativi alla valorizzazione delle risorse derivanti dal plurilinguismo. Ha una lunga carriera di insegnante di scuola primaria in cui si è occupata prevalentemente dell’inserimento degli alunni stranieri e dell’insegnamento dell’italiano L2. Fa parte del Giscel come componente del comitato scientifico nazionale ed è socia del Giscel Piemonte.

Anna Maria Curci

Insegnante di lingua e cultura tedesca in un liceo statale di Roma, traduttrice e scrittrice. Ha tradotto, tra l’altro, poesie di Lutz Seiler (La domenica pensavo a Dio/Sonntags dachte ich an Gott, Del Vecchio 2012), di Hilde Domin (Il coltello che ricorda, Del Vecchio 2016) e i  romanzi di Felicitas Hoppe Johanna (Del Vecchio 2014) e Pigafetta (Del Vecchio 2021).  Ha pubblicato i volumi di poesia Inciampi e marcapiano (LietoColle 2011), Nuove nomenclature e altre poesie (L’arcolaio 2015), Nei giorni per versi (Arcipelago itaca 2019), Opera incerta (L’arcolaio 2020).  Autrice di libri di testo e di articoli sull’insegnamento del tedesco e sull’educazione plurilingue, componente del Comitato Tecnico Scientifico e autrice di materiali di studio e percorsi per il piano di formazione nazionale “Educazione linguistica e letteraria in un’ottica plurilingue”, ha tradotto con Edoardo Lugarini il CARAP, Quadro di Riferimento per gli Approcci Plurali alle Lingue e alle Culture. Dal febbraio 2021 è direttore editoriale del settore libri (poesia, saggistica, narrativa) della casa editrice Cofin.

Valentina Carbonara

Ha conseguito Il Dottorato in Linguistica e Didattica della Lingua Italiana a Stranieri nel 2017 presso l’Università per Stranieri di Siena. Ha insegnato italiano come LS/L2 in diversi contesti scolastici in Italia e all’estero, fra cui in Siria, Marocco e Turchia. Come assegnista di ricerca, collabora con il Centro Bilinguismo Conta (sede di Siena) ed è una delle coordinatrici del progetto “L’AltRoparlante: pratiche didattiche di translanguaging per la gestione della superdiversità in classe”. I suoi interessi di ricerca sono: insegnamento dell’italiano come LS/L2, apprendimento precoce delle lingue straniere, CLL, bilinguismo e translanguaging.

Emanuela Atz

Insegnante di scuola secondaria (italiano L2, inglese) e formatrice, xsi occupa di plurilinguismo dal 1993. È stata coinvolta in diversi progetti regionali, nazionali ed internazionali sul plurilinguismo (CLIL, approcci plurilingui, ecc.).  Attualmente lavora presso il Centro Linguistico Bassa Atesina (Egna – Bz) come consulente per le scuole dell’Alto Adige in ambito linguistico e interculturale per l’inclusione di bambine/bambini e giovani migranti.

Fabio Casati

Insegnante di scuola primaria (italiano L2) e autore di materiali didattici, si occupa di didattica dell’italiano L2 in contesti plurilingui e interculturali. Attualmente lavora presso il Centro Linguistico di Bolzano come consulente per le scuole dell’Alto Adige in ambito linguistico e interculturale per l’inclusione di bambine/bambini e giovani migranti.

Fabio Ruggiero

Insegna dal 2010 italiano come L2 in Italia e all’estero, sia in ambito scolastico sia in ambito universitario. Collabora stabilmente con l’associazione Traparentesi Onlus come facilitatore linguistico nei i laboratori di italiano L2 nelle scuole e come docente di italiano L2. Membro dell’associazione LEND-lingua e nuova didattica è stato referente del gruppo locale di Napoli dal 2017 al 2019. Dal 2017 si occupa di formazione dei docenti e del personale educativo, in collaborazione con le scuole e con enti del terzo settore. I suoi principali ambiti di studio sono la valorizzazione del plurilinguismo e della multiculturalità, l’uso delle tecnologie digitali per l’apprendimento attivo e la didattica della grammatica italiana in ottica valenziale.

Giulia Tammaro

Laureata in filosofia alla Federico II, progettista in ambito sociale, esperta in progettazione e gestione dei servizi sociali e socio-sanitari di ambito sociale territoriale, formatrice professionale esperta in time management e tecniche di memorizzazione veloce. Dal 2015 è docente di scuola dell’infanzia a tempo pieno. Nelle sue classi multiculturali e plurilingui sperimenta varie tecniche per la valorizzazione della diversità linguistica con particolare attenzione per le lingue d’origine dei bambini con retroterra migratorio.