WELFARE DI COMUNITÀ

Attività e Servizi territoriali

Per noi costruire comunità significa in primo luogo portare avanti interventi non estemporanei ma strutturali, calibrati sulla storia e sulle necessità dei territori in cui operiamo e orientati a generare impatti diffusi ed effetti di lungo periodo

Come creiamo comunità

  1. Lotta alla dispersione scolastica

    Realizziamo interventi didattici innovativi per consentire a tutti i minori che prendiamo in carico di portare avanti con successo il loro percorso formativo...

    Ogni bambino e ragazzo ha diritto a studiare e a crescere in un contesto educativo che valorizzi inclinazioni e potenzialità. Per questo operiamo a scuola al fianco degli insegnanti ma anche sul territorio a supporto dei minori e delle loro famiglie, realizzando attività formali e informali di rafforzamento del capitale umano, sociale e relazionale.

  2. Contrasto alla povertà educativa

    Diamo vita a laboratori educativi, formativi e civici per consentire ai più giovani di esprimere la loro creatività e di partecipare attivamente alla vita della comunità...

    Lavorare insieme e socializzare in una dimensione cooperativa sono pratiche concrete per sostenere processi di empowerment personali e collettivi. Per questo realizziamo attività territoriali legate al teatro, alla musica, alla cucina, alla manipolazione dei materiali e ai nuovi linguaggi digitali finalizzate a sviluppare abilità, competenze e life skills.

  3. Mediazione di comunità

    Gestiamo sportelli di segretariato sociale e spazi informativi per consentire a minori e adulti, sia italiani che migranti, di fortificare il loro percorso di inclusione...

    La sostenibilità sociale di una comunità si misura dal livello di cura offerto ai sui membri più fragili, indipendentemente dalla provenienza familiare o dal paese d’origine. Per questo promuoviamo interventi di orientamento, mediazione e accompagnamento ai servizi funzionali a sviluppare una piena fruizione di diritti e opportunità.

  1. Formazione civico-linguistica

    Implementiamo percorsi formativi e di insegnamento della lingua italiana per consentire a minori e adulti stranieri di inserirsi positivamente nel tessuto sociale...

    La conoscenza della lingua è il primo passo per costruire buone pratiche di cittadinanza in una logica interculturale. Per questo realizziamo corsi di Italiano Seconda Lingua e progetti formativi nelle scuole orientati ad accrescere il bagaglio di competenze e a facilitare il riconoscimento delle conoscenze anche attraverso l’acquisizione di titoli e certificazioni.

  2. Riappropriazione del territorio

    Organizziamo momenti aggregativi e di socialità a Napoli e in Campania per consentire ai beneficiari dei nostri servizi di vivere a pieno il territorio regionale...

    Riscoprire lo spazio che ci circonda è uno strumento concreto per superare i confini fisici e simbolici che delimitano i quartieri più vulnerabili. Per questo realizziamo visite didattiche, uscite sul territorio e campi estivi presso luoghi d’interesse, siti culturali e aree naturali volte a costruire esperienze di socialità in contesti ambientali e relazionali positivi.

  3. Sensibilizzazione e promozione sociale

    Promuoviamo eventi e iniziative civiche e culturali per consentire alle comunità in cui operiamo di partecipare direttamente ai processi trasformativi che ispirano il nostro lavoro...

    Essere cittadini attivi significa in primo luogo superare visioni semplicistiche o stereotipate della realtà e dei temi che interessano la collettività. Per questo collaboriamo con istituzioni, soggetti privati e altre organizzazioni del terzo settore per stimolare la partecipazione attiva dei cittadini e per sostenere immagini di non folkloristiche Napoli o discriminatorie dei suoi abitanti.

Il nostro impatto

15Progetti Sviluppati
1000Beneficiari Raggiunti
500000Euro Raccolti per Interventi Sociali

Il Carnevale alla Sanità

Traparentesi è stata, fin dalla prima edizione del 2010, fra i promotori di quest’iniziativa che vede protagonisti i bambini e i ragazzi del Rione Sanità ma coinvolge insegnanti, educatori e semplici cittadini in uno percorso collettivo finalizzato alla buona riuscita dell’evento conclusivo, una sfilata gioiosa e colorata che attraversa i vicoli e le strade del Rione.

Il successo della sfilata conclusiva dipende dalla capacità dei ragazzi e degli educatori di socializzare e vivere insieme le fasi di preparazione, che non si esauriscono nella festa finale ma si costruiscono attraverso un intenso lavoro laboratoriale per costruire carri, maschere e costumi intorno ad un tema comune, pensato per sensibilizzare e stimolare la partecipazione di tutta la comunità territoriale.